…. abbondanti crostini , perchè con questa zuppetta di pesce la “scarpetta” è assicurata.

La zuppa di pesce , accompagnata da crostini o fette di pane casereccio, costituisce un piatto unico, questo compensa la preparazione piuttosto lunga ma che con qualche astuzia possiamo ridurre.

La ricetta che riporto è quella “base” della classica zuppa di pesce alla quale noi possiamo apportare modifiche in base ai nostri gusti, al tipo di pesce che siamo in grado di trovare, al tempo che vogliamo dedicare alla preparazione …..

Le dosi sono per 6 persone … affamate

  • 1  kg di pesce misto da zuppa ( cernia, grongo, SanPietro, scorfano, gallinella, pescatrice, triglia, pagello, razza, palombo, pesce spada …)
  • 1 kg tra crostacei e molluschi (scampi, mazzancolle,cicale,gamberi,moscardini,totani,calamari e , naturalmente cozze)
  • 200 gr di passata di pomodoro o, in stagione , l’equivalente peso di pomodoro fresco senza buccia e semi
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • un mazzetto di prezzemolo
  • 3 spicchi d’aglio
  • vino bianco secco
  • brodo di pesce
  • olio evo
  • peperoncino
  • sale

 

La cosa migliore da fare, le prime volte che ci cimentiamo in questo piatto, è chiedere consiglio in pescheria sui pesci disponibili al momento e, soprattutto ……farceli sfilettare dal pescivendolo !!!

Questo agevolerà sia la preparazione della zuppa, sia i commensali che si troveranno il pesce senza spine.

Partiamo ?

Laviamo il pesce sotto l’acqua corrente, spazzoliamo le cozze (in pescheria hanno un attrezzo che le pulisce !!) .

In una padella scaldiamo un goccio d’olio con uno spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato, uniamo un poco di prezzemolo tritato e versiamo le cozze, copriamo con un coperchio ed attendiamo che si aprano. Una volta aperte togliamole dalla padella , sgusciamone circa tre quarti e teniamole da parte .

In una casseruola ampia facciamo scaldare due/tre cucchiai di olio con un cucchiaio di prezzemolo , il peperoncino ed un spicchio d’aglio finemente tritati. Versiamo mezzo bicchiere di vino bianco e lasciamo sfumare a fuoco vivo. Uniamo quindi il pomodoro ed il concentrato.

Lasciamo cuocere alcuni minuti per fare restringere il sugo. Saliamo moderatamente.

Cominciamo a mettere il pesce partendo da quelli che richiedono una cottura più lunga.

Partiamo quindi da seppioline (o totani, calamari ….), versiamo un bicchiere di brodo di pesce caldo (o brodo vegetale, o acqua) e lasciamo cuocere, coperto, per circa 15 minuti.

Aggiungiamo via via gli altri pesci appoggiandoli sopra alle seppioline e proseguiamo la cottura per circa 5 minuti. Evitiamo di mescolare per non ropere i filetti di pesce, eventualmente possiamo scuotere delicatamente la casseruola tenendola per i manici per muovere il contenuto.

Se necessario aggiungiamo del brodo di pesce caldo in modo da avere sempre abbondante sugo.

Concludiamo con i gamberi e le cicale lavati ma non sgusciati. Proseguiamo la cottura , senza coperchio, per altri 5/6 minuti.

Uniamo  le cozze un minuto prima di togliere la zuppa dal fuoco.

Cospargiamola con un trito di prezzemolo e aglio, copriamo con il coperchio e lasciamola riposare per 2 o 3  minuti.

Serviamo la zuppa accompagnandola da crostini di pane. I crostini possono essere serviti così , al naturale , o strofinati con uno spicchio di aglio.

 

Se la zuppa che abbiamo cucinato è veramente abbondante, possiamo surgelarla, oppure possiamo utilizzare gli avanzi per condire un piatto di spaghetti o un risotto alla marinara.

Insomma abbiamo impiegato un pò di tempo a prepararla ma, oltre ad avere realizzato un piatto fantastico, non ne sprecheremo nemmeno un pò.