DSCN1628DSCN1541

Ricetta rustica e saporita che servita insieme ad una polenta morbida e fumante diventerà IL piatto conviviale per eccellenza.

La preparazione è un poco lunga, ma la soddisfazione di servirla ci ripagherà del tempo che avremo dedicato a questo piatto.

Procuriamoci quindi :

600 gr circa di bocconcini di cinghiale

1 bottiglia di vino rosso corposo (merlot, sangiovese, barolo … )

400 gr di passata di pomodoro

1 cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro

2 carote

3/4 coste di sedano

2 cipolle

2 spicchi d’aglio

rosmarino e salvia

bacche di ginepro e chiodi di garofano

100 gr di pancetta in un solo pezzo

sale

brodo di carne un bicchiere circa 

olio evo

 

Il giorno prima di iniziare la cottura poniamo i bocconcini in una ciotola, uniamo una carota, una costa di sedano e una cipolla, tutti puliti e tagliati a tocchetti. Aggiungiamo un rametto di rosmarino, due foglie di salvia, due bacche di ginepro e due chiodi di garofano, copriamo con circa mezzo litro di vino e poniamo a riposare per almeno 12 ore.

In una casseruola capiente e dal fondo spesso (adatta alle lunghe cotture) versiamo 4 o 5 cucchiai di olio e poniamolo a scaldare, uniamo la pancetta tagliata a piccoli dadi, una manciata di aghi di rosmarino e due foglie di salvia finemente tritati, ed infine la carne di cinghiale ben scolata dalla marinata.

Facciamo rosolare la carne a fuoco vivo e nel frattempo tritiamo finemente la cipolla, la carota ed il sedano. Una volta che la carne sarà ben rosolata sfumiamo con il restante vino. Aggiungiamo quindi le verdure e lasciamole ben insaporire. Uniamo la passata di pomodoro ed in concentrato stemperato in un poco di brodo caldo. Profumiamo la preparazione con 2 chiodi di garofano e due bacche di ginepro. Aggiustiamo di sale, copriamo la casseruola con il coperchio e lasciamo cuocere, a fuoco dolcissimo, per circa due ore.

Controlliamo di tanto in tanto che il sugo non si asciughi troppo, nel qual caso aggiungiamo del brodo caldo. Cerchiamo di ottenere un sugo abbondante.

La preparazione è pronta quando la carne sarà morbida.

Serviamo il cinghiale accompagnato da una morbida polenta fumante e godiamoci questo piatto meraviglioso !

 

L’idea in più : se avanza un poco di sugo e qualche piccolo pezzo di carne utilizziamolo per condire un piatto di tagliatelle o meglio, pappardelle. Squisite!