DSCN3671DSCN3678

 

 

 

A fine estate, quando la verdura da il meglio di sé e profuma di sole, è il momento ideale per approfittarne e cucinarla o conservarla in mille modi.

Oggi ho preparato le polpette di melanzane, un piatto vegetariano che piacerà sicuramente a tutti.

E se dovessero avanzare alcune polpette (io ne preparo in più apposta) si possono surgelare e poi riproporre magari immerse in un goloso sugo di pomodoro e basilico.

Ci occorrono :

- 1 Kg di melanzane

- 1 spicchio d’aglio

- pane grattugiato

- 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

- 1 cucchiaio colmo di prezzemolo tritato

- 5/6 foglie di basilico spezzettate

- 1 uovo

- sale

- pepe

- olio per friggere

Laviamo le melanzane e poniamole intere nel forno a 180 gradi per 50 minuti circa (dipende da quanto sono grandi) fino a quando non saranno ben cotte.

Lasciamole leggermente raffreddare (per non ustionarci) poi  apriamo la buccia e con un cucchiaio scaviamo la polpa che andremo a porre in un colino a maglia fine. Lasciamola riposare così per circa un’ora, magari con un peso sopra, perché perda più acqua possibile.

Togliamole ora dal colino, strizziamole leggermente e con un coltello tagliuzziamole in modo grossolano.

Poniamo la polpa in una ciotola ed uniamo : il prezzemolo e il basilico, un piccolo spicchio d’aglio tritato finemente, un pizzico di sale e un poco di pepe macinato al momento. Uniamo infine l’uovo ed amalgamiamo bene.

Ora aggiungiamo il pane grattato e il Parmigiano Reggiano.

Il pane grattugiato deve dare consistenza ma non prevalere, altrimenti le polpette non sapranno di niente.

Il Parmigiano Reggiano deve dare sapore ma non prevalere, altrimenti le polpette sembreranno fatte di solo formaggio.

Procediamo quindi inserendo due manciatine di pane grattugiato, e due cucchiai di Parmigiano Reggiano, mescoliamo e verifichiamo la consistenza dell’impasto. Se dovesse occorrere aggiungiamo pane e Parmigiano in proporzione fino ad ottenere un impasto consistente che si possa modellare con le mani.

Lasciamo riposare almeno un’ora il composto affinché tutti i sapori possano amalgamarsi.

Formiamo con le mani delle polpette, della misura che preferiamo, e poniamole a friggere in olio (semi di arachide) ben caldo.

Volendo … ma proprio volendo evitare la frittura si possono cuocere in forno, poste su carta forno appena unta d’olio fino a quando saranno ben dorate da un lato, giriamole e finiamo di cuocerle anche sull’altro lato.

Buon appetito !