DSCN2095

Succulento piatto che conosce la sua massima espressione durante l’estate, visto che è proprio in quel periodo che si trovano i peperoni in piena maturazione, dolci e polposi.

Come ogni ricetta della tradizione chi si rispetti, anche questa ha diverse versioni. Vi propongo la mia che, tra l’altro, ha un ingrediente insolito … ma “decisivo” nel regalare a questa preparazione un gusto in più.

Ecco gli ingredienti :

- 1 pollo di circa 1,2 / 1,3 Kg tagliato in pezzi

- 1 peperone giallo

- 1 peperone rosso

- una manciata di olive nere

- 2 spicchi d’aglio

- 3 filetti di acciughe sott’olio

- 1 rametto di rosmarino

- 1 rametto di timo

- vino bianco secco

- olio evo

- sale

- pepe nero

In una capiente casseruola versiamo tre cucchiai di olio e facciamoli scaldare. Uniamo lo spicchio d’aglio sbucciato e leggermente schiacciato insieme al pollo e al rametto di rosmarino. Lasciamo rosolare il pollo per circa 10 minuti, saliamolo, sfumiamolo con un goccio di vino bianco secco, e profumiamolo con poco pepe macinato al momento. Copriamo la casseruola con il coperchio e lasciamo cuocere a fuoco moderato per altri 20/25 minuti.  

Dieci minuti prima del termine della cottura uniremo i peperoni che avremo così preparato: mondiamo e tagliamo a pezzetti i peperoni, poniamoli in una padella dove avremo fatto scaldare due/tre cucchiai di olio con uno spicchio d’aglio sbucciato e facciamoli cuocere a fuoco vivo per alcuni minuti. Saliamo leggermente, profumiamo con alcune foglioline di timo, e proseguiamo la cottura per 10 minuti.

Dieci minuti prima del termine della cottura del pollo uniamo nella casseruola tre filettini di acciughe sott’olio che avremo spezzettato, stemperiamole nel sughetto del pollo, uniamo le olive ed aggiungiamo infine i peperoni con tutto il loro sugo. Eliminiamo gli spicchi d’aglio.

Ultimiamo la cottura del pollo facendo attenzione a non cuocere troppo i peperoni in quanto dovranno risultare consistenti e non spappolati.     

E’ buono servito caldo, ottimo tiepido … e a me piace pure freddo.

E’ un piatto che nella tradizione laziale viene servito durante il pranzo di Ferragosto. 

 

 

Tags: