DSCN1884

DSCN1880

Ecco un’idea per una pizza diversa dal solito che possiamo anche utilizzare, in formato mono-porzione per un antipasto oppure, in porzioni ancora più piccole, per accompagnare un aperitivo.

A onor del vero, ho “copiato” la ricetta dal famoso ristorante “Da Gianni” di Casalgrande – Cà di Roggio e ho chiesto al suo patron Rossano il permesso di pubblicarla. Permesso che Rossano, con la cortesia che lo contraddistingue, mi ha immediatamente accordato.

Bene, procuriamoci

pasta per pizza (troviamo la ricetta in queste pagine)

mozzarella

Parmigiano Reggiano non stagionato

prosciutto crudo

aceto balsamico

olio evo

Stendiamo la pasta della pizza e collochiamola su una teglia. Punzecchiamola con i rebbi di una forchetta e pennelliamola leggermente con olio evo.

Inforniamola per circa 7/8 minuti (se realizziamo formati più piccoli diminuiamo il tempo) in forno già caldo a 220 gradi.

Togliamola dal forno e cospargiamola con la mozzarella tagliata a fettine.

Inforniamo ancora. Non appena la mozzarella sarà fusa cospargiamo la superficie della pizza con il Parmigiano Reggiano tagliato a fettine sottili. Ultimiamo la cottura.

Appena tolta la pizza dal forno ricopriamo con fettine di prosciutto crudo e decoriamo con gocce di aceto balsamico tradizionale o, in alternativa, con glassa di balsamico.

Possiamo, se non disponiamo del balsamico tradizionale, fare una riduzione dell’aceto balsamico versandone un poco in un pentolino, aggiungere un mezzo cucchiaino di zucchero e farlo cuocere per 10/ 12 minuti.  

Anche se non la amo molto, devo dire che qualche foglia di rucola, sempre aggiunta una volta sfornata la pizza, non ci sta per niente male.

Come dicevo sopra, servita in mono-porzioni è un antipasto veramente carino e l’aggiunta dell’aceto balsamico tradizionale (o della glassa) oltre a essere perfetto come abbinamento, si presta a realizzare decori “scenografici” sul piatto.