DSCN2237

DSCN2241

Quanto mi piace questa ricetta!

E non solo perché si tratta di uno squisito dessert, ma perché mi riporta alla mente profumi e sapori della mia infanzia.

Questo dolce di preparava infatti d’estate, quando la stagione delle pesche era al culmine e ci si ingegnava a trovare modi per utilizzare questi frutti.

Marmellate e pesche sciroppate erano un classico, ma la versione “pesche al forno”, rese golose da briciole di amaretti e pezzetti di goloso cioccolato … beh … era fantastica! 

Frutta e verdura si cucinavano in mille modi, niente andava sprecato, ma quando c’era abbondanza di un raccolto ecco che avveniva una cosa singolare (per i tempi attuali).

Le vicine di casa si scambiavano tranquillamente i prodotti dell’orto eccedenti : ecco allora che si presentava da noi una amica di mia mamma con una bella sporta ( … proprio quelle sporte di paglia che usavano anche per andare a fare la spesa) colma, ad esempio, di belle susine di cui quell’anno l’albero era stato generoso. Dopo due chiacchiere e il rituale scambio di ricette, la signora se ne andava con qualcosa di cui il nostro orto abbondava in quel momento o, il sempre richiestissimo mazzo di prezzemolo per la salsa verde che, a sentire mia mamma ” … bello come il suo (prezzemolo), non l’aveva nessuno ”.

Ma torniamo alle nostre pesche.

Per preparare questo dessert dal gusto “antico” ci occorrono:

- 6 pesche mature ma ancora sode

- 80 gr di amaretti sbriciolati

- 30 gr di burro

- 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere

- 70 gr di cioccolato fondente tritato

- 40 gr di zucchero (a me piacciono non troppo dolci)

- 2 /3 cucchiai di Sassolino o Marsala all’uovo

 

Laviamo ed asciughiamo le pesche.

Tagliamole a metà e con un cucchiaino eliminiamo il nocciolo. Scaviamo un poco di polpa da ogni pesca.

Mescoliamo il cacao, gli amaretti, lo zucchero, il cioccolato tritato, la polpa delle pesche e il liquore.  

Disponiamo il composto in ogni mezza pesca che andremo a posare in una pirofila da forno.

Posiamo su ogni mezza pesca un pezzetto di burro ed inforniamo, a 160 gradi, per 40 / 45 minuti.

Dovranno cuocere lentamente senza seccarsi troppo in superficie.

Possiamo servirle calde o, meglio, tiepide, magari accompagnate da una pallina di gelato alla crema.

 

Per la riscoperta di questa ricetta devo ringraziare la mia amica Lucia.

Qualche tempo fa si è presentata con una pirofila contenente delle meravigliose, profumate e succose pesche al forno. Nel vederle tutti i presenti hanno ricordato questa ricetta che veniva realizzata anni prima e ormai quasi dimenticata.

Da allora preparo le mie golose pesche al cioccolato e amaretti ogni estate, e ho scoperto che è anche una ricetta “anti-spreco”.

Nel ripieno a volte unisco quella manciatina di biscotti sbriciolati rimasti in fondo al pacchetto e, per le pesche che vedete in foto, ho utilizzato le ultime due cucchiaiate di cocco in polvere avanzate dalla ricetta di un ciambellone.

Non è una ricetta … perfetta?