Eh sì, anche la pasta più semplice può trasformarsi in un piatto nuovo ed ancora più gustoso, basta aggiungere un ingrediente “segreto”.

Una abbondante spolverata di pecorino romano ben stagionato.

Vogliamo provare ?

  • 400 gr di pasta corta, possibilmente rigata : penne, rigatoni, pipe ecc
  • 2 peperoncini
  • 2 spicchi d’aglio
  • abbondante olio evo
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • una generosa manciata di pecorino romano

Mettiamo a scaldare in una pentola abbondante acqua .

Versiamo in una padella capiente abbondante olio evo, gli spicchi d’aglio sbucciati, privati del germoglio verde, e finemente tritati,, e il peperoncino affettato (oppure, se usiamo il tipo secco, sbriciolato) .

Buttiamo la pasta ed il sale e lessiamola al dente.

Intanto scaldiamo, con il fuoco al minimo , l’olio nella padella per farlo ben insaporire. Una volta caldo, spegniamo il fuoco.

Scoliamo la pasta al dente (trattenendo l’acqua di cottura) e versiamola nella padella dell’olio che avremo provveduto a riscaldare.

Lasciamo insaporire e, fuori dal fuoco, aggiungiamo il pecorino romano. Uniamo un poco di acqua di cottura della pasta e mantechiamo scuotendo delicatamente la padella per un manico fino a quando si sarà formata una bella cremina.

Serviamo spoverizzando con prezzemolo grattugiato.

Un piccolo ingrediente fa una grande differenza.

Grazie , per questa ricetta a Maria Cristina ed Emilio, grandi amici , grandi gourmand.