Un’altra idea per cucinare gli ossibuchi.

In questa ricetta, complice un denso sugo di pomodoro, possiamo accompagarli con una polenta abbrustolita o morbida.

Ci occorrono :

  • 4 ossibuchi di vitello
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 costa di sedano
  • 1/2 carota
  • 1 cucchiaio di rosmarino e salvia tritati finemente
  •  4/5 cucchiai d’olio
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 cucchiao di triplo concentrato di pomodoro
  • farina, sale e pepe
  • 1 bicchiere di brodo di carne o acqua calda

 

Tritiamo finemente la cipolla, il sedano, la carota , l’aglio e poniamoli a rosolare in una ampia casseruola. Tagliamo con una forbice da cucina o un coltellino la membrana esterna che riveste gli ossibuchi in modo che in cottura non si arriccino.

Infarinamo gli ossibuchi scuotendoli, prima di metterli a rosolare nella casseruola, per togliere l’eccesso di farina.

Facciamo rosolare la carne da entrambi i lati e bagnamola con il vino bianco .

Lasciamo sfumare il vino a fuoco vivace e a pentola scoperta.

Scaldiamo ora il brodo e stemperiamo al suo interno il concentrato di pomodoro.

Versiamo il brodo sugli ossibuchi, poco alla volta, e portiamo la carne a cottura, a pentola coperta e a fuoco molto dolce.

Occorreranno circa 40 minuti.

Cerchiamo di non girare troppo gli ossibuchi per evitare di romperli, eventualmente scuotiamo la casseruola per muoverli.

Aggiungiamo , poco alla volta il brodo, per mantenere un sugo abbondante e denso.

Serviamo gli ossibuchi ben caldi, cosparsi del loro sugo e accompagnamoli da fette di polenta abbrustolita sulla piastra o su una griglia.