E’ la giornata giusta per prenderci un po’ cura di noi. Ci occorrono : abbigliamento comodo e uova  e farina?

Non ci credete? Provate a seguire i miei consigli … altro che personal trainer!

DSCN23170

ESERCIZIO DI RISCALDAMENTO – FARINA E UOVA

Versiamo su una spianatoia farina bianca 00 nelle seguenti proporzioni : ogni 100 grammi di farina 1 uovo. Apriamo una piccola fontana nella farina, aggiungiamo le uova e con una forchetta mescoliamo con cura per amalgamarle, poco alla volta alla farina.

Per i principianti : iniziare con 100 grammi di farina e un uovo

DSCN2315 

ESERCIZIO AEROBICO

Quando le uova saranno ben amalgamate alla farina, iniziamo ad impastare con energia, utilizzando entrambe le mani.

Facendo forza con i palmi delle mani e i polsi, lavoriamo bene la pasta.

DSCN2316

ESERCIZIO AEROBICO COMPLETO

Continuiamo ad impastare alternando la spinta delle due mani in modo ritmico: faremo lavorare oltre che i polsi anche le spalle.

Associamo al movimento delle spalle anche quello delle gambe sollevandoci alternativamente prima su un piede e poi sull’altro.

Contemporaneamente teniamo contratti i muscoli addominali.

Proseguiamo l’esercizio per circa 20 minuti, in modo che la nostra pasta possa diventare bella liscia ed omogenea.

Difficile? Noooo … è solo questione di … ritmo!

Una volta che la pasta sarà bella liscia, avvolgiamola in una pellicola per alimenti e lasciamola riposare 20/30 minuti.

Per non ”raffreddarci” provvediamo a preparare la pentola d’acqua in cui cuoceremo le tagliatelle e a grattugiare con energia il Parmigiano Reggiano.

DSCN2322

      

DSCN2324

DSCN2325    

ESERCIZIO AEROBICO – FASE AVANZATA

Dopo avere recuperato la pasta, iniziamo a tirarla e lisciarla con il mattarello.

Facciamo scorrere il mattarello sulla pasta, premendo verso l’esterno alcune volte. Ruotiamo la pasta sulla spianatoia di 1/4 di giro e ripetiamo l’operazione con il mattarello. Facciamo in questo modo girare in tondo la pasta in modo di allargarla ed assottigliarla il più possibile in modo omogeneo.

Questa attività coinvolge ancora una volta le spalle e le braccia che verranno così tonificate. Estendiamo l’esercizio anche alle gambe alzandoci, seguendo il ritmo, alternativamente sulla punta di un piede e poi sull’altro. Non dimentichiamo di tenere contratti i muscoli addominali.

DSCN2326

DSCN2327

DSCN2328

FASE DI CONCENTRAZIONE

Una volta che avremo ottenuto una pasta bella liscia e sottile, spolverizziamola di semola di grano duro (aiuta ad asciugare l’umidità della pasta e a non farla attaccare).

Ritagliamo dei grossi rettangoli e avvolgiamo la pasta partendo dai due lati esterni verso l’interno.

Tagliamola della larghezza che desideriamo (occhio alle dita!), infiliamo il manico di un cucchiaio di legno dove si congiungono le due pieghe e solleviamolo  srotolando le tagliatelle, o pappardelle, o tagliolini … il formato è a nostra scelta.

Spolverizziamole di semola e lasciamole riposare.

DSCN2329

FASE FINALE

Ecco il risultato del nostro impegno e, perché no … della nostra fatica fisica.

Gustiamole con piacere e con un sorriso: ce le siamo meritate e … bando ai sensi di colpa!

 

Dimenticavo: i ritagli della pasta potranno essere usati per farne maltagliati (perfetti con zuppe di verdura e legumi) o quadrucci (ottimi con leggeri brodi di carne).

Che dire? Abbiamo cucinato, ci siamo mantenute in forma e non abbiamo sprecato nulla! 

Siamo fantastiche! Bene, e ora … attacchiamo le pappardelle … prima che si raffreddino!