Anticipazione di una delle ricette che compariranno nel mio prossimo libro.

 

Quando cucino il baccalà utilizzo solo la partge più spessa del filetto.

L’estremità della coda e la parte laterale e sottile le uso per queste frittelline che servo con l’aperitivo o come antipasto.

 

Come procediamo :

 

Immergiamo in acqua bollente il baccalà e lasciamolo cuocere per circa 10 minuti. Togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare il pesce nella sua acqua.

Scoliamo il baccalà e tamponiamolo con uno strofinaccio per asciugarlo. Eliminiamo la pelle e, mentre lo sbricioliamo con le dita facciamo attenzione ad eliminare le eventuali spine rimaste.

Poniamo a scaldare abbondante olio in una casseruola dai bordi alti.

Versiamo in una ciotola alcune manciate di farina per fritti, aggiungiamo poco alla volta acqua fredda frizzante e mescoliamo con una frustina per ottenere una pastella densa.

A questo punto aggiungiamo le briciole di baccalà ed amalgamiamole alla pastella. Se necessario, saliamo.

Ora versiamo, poche cucchiaiate alla volta, il composto nell’olio caldo.

Lasciamo dorare le frittelline , girandole con una schiumarola.

Intanto prepariamo uno scolapasta rivestito di carta da cucina assorbente.

Preleviamo e scoliamo bene le frittelline poi adagiamole nello scolapasta.

Procediamo così, coprendo ogni strato  di frittelline, con carta da cucina.

Eliminiamo di volta in volta, con la schiumarola, le gocce di pastella che si staccano dalle frittelle : brucerebbero in breve tempo trasmettendo un cattivo sapore all’olio.

Disponiamo le frittelline su di un piatto da portata e serviamole calde.

 

Nelle frittelline della foto ho aggiunto dell’uvetta.

Ho preso una bella manciata di uvetta e l’ho lasciata ammollare in acqua tiepida per circa 30 minuti.

L’ho scolata, ben strizzata, ed aggiunta alle briciole di baccalà nella pastella.

… bè, le frittelline così cucinate sono andate a ruba ….

 

Attenzione : preparo le frittelle sempre con il baccalà lessato . La prima volta che le ho fatte ho usato il pesce crudo : sono partiti degli schizzi che hanno cambiato i connotati alla mia cucina !

 

Come vedete, le dosi sono indicative. Trattandosi di un piatto di recupero è difficile disporre di quantità precise, occorre quindi … andare ad occhio.