Non c’è niente da fare … anche posta su una elegante alzatina , resta sempre la frittella che mangiavo al mare, con le dita sporche di zucchero e sabbia.

 

Per preparare queste gustosissime frittelle, ci occorrono :

  • 500 gr di patate
  • 800 gr di farina 00
  • 5 uova
  • 5 cucchiai di zucchero
  • mezzo bicchierino di Rum, Sassolino o altro liquore aromatico a piacere
  • 50 gr di burro
  • 1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata
  • una bustina vanillina
  • 25 gr di lievito di birra fresco

 

Lessiamo le patate con la buccia , partendo da acqua fredda.

Una volta lessate, le scoliamo, le sbucciamo e le passiamo ancora calde nello schiacciapatate con i fori sottili (oppure le passiamo due volte ai fori medi).

Versiamo la farina in una ciotola ben capiente ed uniamo le patate calde, amalgamiamo ed uniamo lo zucchero, il burro fuso intiepidito, le uova unendole una alla volta, ed infine il lievito sbriciolato. Profumiamo con il liquore e mescoliamo con cura. Se risultasse troppo asciutto uniamo qualche cucchiaio di latte tiepido.

Dovremo ottenere una composto morbido e non appiccicoso .

Stendiamo  il composto su una spianatoia infarinata e, staccando dei pezzetti di pasta, formiamo rotolandoli sulla spianatoia con le mani aperte, dei cilindretti. Tagliamoli della lunghezza desiderata e formiamo delle ciambelle unendo le due estremità.

Sistemiamo le frittelle, ben distanziate, sulla spianatoia e, coprendole con una pellicola, lasciamole lievitare due ore.

Scaldiamo in una capace padella a bordi abbastanza alti l’olio di semi.

Facciamo dorare le frittelle da entrambi i lati e scoliamole su carta assorbente da cucina.

Appena asciugate dall’olio in eccesso, ancora belle calde, tuffiamole in abbondante zucchero e semolato.

Buon divertimento !