DSCN3675

E come al solito, finita la cena, avanza qualcosa : un bel filetto di trota salmonata cucinata sulla piastra.

Questa volta reinvento il pesce avanzato sotto forma di crocchette … non posso certo buttarlo via !!!

E’ una non ricetta, in quanto possiamo usare per questa forma di riutilizzo qualsiasi cosa abbiamo a disposizione e, naturalmente, in quantità non prevedibile.

Ad ogni modo, per ricavare le crocchette che vedete nella foto ho usato :

- 1 filetto di trota salmonata già cotta

- due patate medie

- 1 uovo intero

- 1 limone

- prezzemolo tritato o erba cipollina

- pane grattugiato

- Parmigiano Reggiano grattugiato

- olio per friggere

- sale

Laviamo e poniamo a lessare le patate.

Puliamo il pesce dalla pelle e da eventuali spine rimaste e sbricioliamolo in una ciotola capiente.

Scoliamo le patate e ancora calde sbucciamole e schiacciamole con una forchetta. Uniamole al pesce ed aggiungiamo: la buccia di mezzo limone tritata fine e un cucchiaio di succo, due manciate di pane grattugiato e una manciata di Parmigiano Reggiano, un cucchiaio di prezzemolo tritato fine ( ci starebbe molto bene l’erba cipollina … ma non l’avevo in casa) ed un pizzico di sale.

Amalgamiamo gli ingredienti ed infine aggiungiamo l’uovo.

Mescoliamo per ottenere un composto compatto.

Prepariamo ora le crocchette dando la forma che più ci piace, disponiamole su un vassoio e poniamole a riposare in frigorifero almeno un’ora.

Scaldiamo l’olio in una padella capiente (per queste fritture uso l’olio di semi di arachide) e friggiamo le nostre crocchette.

Serviamole accompagnate da fette di limone e da una insalata fresca (nella foto vedete quella che ho preparato usando tutti i prodotti dell’orto al momento disponibili : pomodori maturi, peperoni verdi e cipolla rossa).

Ecco servita una cena deliziosa utilizzando un piccolo avanzo.

Perché … NOI NON SPRECHIAMO !