Cotoletta e patatine …. che ricettona che ho postato !

Ma , visto che ho iniziato il mio blog di cucina con le ricette realizzate quest’anno in vacanza, questa proprio non poteva mancare.

Dovete sapere che le nostre passeggiate / escursioni iniziano sempre ed immancabilmente con le 2 domande di rito pronunciate dai rassegnati Federico, mio figlio, e Benedetta, mia nipote :

- quanto è distante il rifugio ?

- cosa si mangerà ?

Una volta arrivati al rifugio, se nel menù non è prevista la wiener schnitzel (con patatine) i due baldi giovani si accasciano sulle panche preparandosi a morire di fame.

Così al ritorno a casa, per cena, mamma Dona prepara le cotolettone dorate (con immancabile montagna di patatine fritte) e i due pargoli ritrovano il sorriso.

Allora , per 4 persone procuriamoci :

- fette di petto di tacchino o di pollo (la quantità decidiamola in base all’appetito dei nostri commensali)

- 4 uova intere

- pane grattugiato non troppo finemente

- olio per friggere

- a piacere : 1 cucchiaio di aghi di rosmarino finemente tritati e/o due cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato

- sale

e, naturalmente …. patatine a volontà (quelle nella foto, acquistate surgelate , sono state cotte nel forno ventilato fino a doratura avvenuta …. spero mi perdonerete … ero in vacanza )

Iniziamo sbattendo bene le uova ed immergendovi le fette di carne . Lasciamo riposare la fettine immerse nelle uova almeno 30 minuti ( o più , se nessuno sta morendo di fame). Per un  gusto più … adulto, possiamo unire al composto di uova e carne  il rosmarino tritato finemente.

Mettiamo a scaldare l’olio in una  padella capiente.

Su un foglio di carta forno ( o un vecchio sacchetto del pane) versiamo una parte di pane grattugiato e il parmigiano reggiano ; prepariamo un altro foglio di carta forno ( o un altro sacchetto del pane) con il rimanente pane grattugiato. Naturalmente se non usiamo il parmigiamo, utilizzeremo solo una base di pane grattugiato.

Scoliamo bene le fette di carne dalle uova e passiamole nel composto di pane e parmigiano, premendole bene con le mani per fare aderire la copertura e riponiamole in un piatto. Questo passaggio con parmigiano è facoltativo, serve per arricchire maggiormente la fettina di carne.

Ripassiamole velocemente nell’uovo sbattuto e posiamole sulla base di solo pane grattugiato comprimendo bene per fare aderire la seconda panatura.

A questo punto, posiamo le cotolette nella padella con l’olio caldo e lasciamole dorare a fuoco medio prima da un lato e poi dall’altro.

Se, come succede a me, occorre cuocere altre cotolette, scoliamo quelle pronte su un foglio di carta  forno ed asciughiamole da entambi i lati e poi mettiamole a riposare in un piatto da portata posto nel forno tiepido, a sportello semi aperto, fino ad esaurimento delle fette di carne.

Portiamo in tavola le cotolette ben calde, spolverizzate con un pizzico di sale ed accompagnate, mi raccomando, da una montagna di patatine fritte.

I vostri figli vi adoreranno …. garantito !