foto piatti n.1 019

Confettura agrodolce, perfetta da abbinare a carni arrosto, selvaggina e formaggi.

La preparazione è semplicissima …. vediamola.

  • 1 kg di cipolle rosse, tropea o tonda di Milano
  • 800 gr di zucchero
  • 2 foglie di alloro
  • 4 pezzetti di cannella
  • 4 chiodi di garofano
  • 150 gr di uvetta
  • 2,5 dl di vino bianco secco
  • 2 dl di aceto di vino bianco o di mele
  • sale

Sbucciamo le cipolle e tagliamole fini, usando la mandolina faremo in un attimo.

Mettiamole in una ciotola con lo zucchero, l’alloro, le spezie, un pizzico di sale, poniamo a riposare in un luogo fresco per un’ora circa.

Trascorso il periodo di riposo, versiamo il contenuto della ciotola in una casseruola e scaldiamo. Uniamo il vino e l’aceto ed alziamo il fuoco al massimo per farli sfumare rapidamente. Abbassiamo la fiamma e lasciamo cuocere per un’ora circa, fino a quando la confettura si sarà addensata.

Togliamo le foglie di alloro e travasiamo la confettura in vasetti pulitissimi. Chiudiamo con il tappo e poniamoli in una pentola ampia, copriamoli con acqua fredda (il livello dell’acqua deve superare di almeno 5 cm i coperchi) e portiamo a bollore. Lasciamo sobbollire per almeno un ora per ottenere una perfetta sterilizzazione.

Lasciamo raffreddare i vasetti nell’acqua e poi, una volta tolti dalla pentola, poniamoli in un luogo fresco e asciutto.

La confettura si conserva per 8 mesi, una volta aperto il vasetto, conserviamo in frigorifero e consumiamo il contenuto in circa tre/quattro giorni.