DSCN1558La ricetta di questo ottimo dolce mi è stata regalata da una amica di Reggio Emilia ben 30 anni fa! La chiamavamo “Torta al formaggio” … e la New York cheese cake non era ancora di moda.

Il suo gusto è più morbido e delicato rispetto alle cheese cake preparate con il famoso formaggio spalmabile … vogliamo provarla?

Per prepararla occorrono :

- 400 gr di ricotta vaccina

- 200 gr di robiola

- 1/4 di panna fresca 

- 150 gr di zucchero

- 4 cucchiai di farina bianca

- 5 uova

- essenza di vaniglia

 

per la base:

- 250 gr di biscotti integrali (tipo Digestive)

- 1 cucchiaio di cacao in polvere

- 150 gr di burro    

 

per decorare la superficie:

- confettura ai frutti di bosco, ma anche frutta fresca, cioccolato …  

 

Iniziamo a preparare la nostra torta al formaggio …

foderiamo una tortiera, base e diametro interno, con carta forno. Io ne ho usata una di diametro 22 cm.

Mettiamo i biscotti, il burro a temperatura ambiente e il cucchiaio di cacao in un mixer e tritiamoli finemente.

Rivestiamo il fondo della tortiera con il composto di biscotti livellandoli bene con le mani e poniamo in frigorifero a raffreddare per circa un’ora.  

Scaldiamo il forno a una temperatura di 180°.

Sgusciamo le uova separando i tuorli dagli albumi e mettiamo questi ultimi in frigorifero.

Sbattiamo bene i tuorli con lo zucchero fino a quando saranno diventati chiari, aggiungiamo quindi la ricotta e la robiola preventivamente passate attraverso un piccolo setaccio (o un passaverdura). Uniamo gradualmente, facendola passare da un colino, la farina e, sempre mescolando aggiungiamo la panna, infine profumiamo con la vaniglia. Montiamo gli albumi a neve ben ferma ed incorporiamoli poco alla volta al composto di ricotta.

Recuperiamo ora la tortiera e versiamo il composto, livelliamolo muovendo la tortiera ed inforniamolo per 30 minuti. Trascorso questo tempo controlliamo che il dolce non scurisca troppo, nel caso ciò avvenisse abbassiamo leggermente la temperatura ed eventualmente copriamo la superficie con un foglio di alluminio. Proseguiamo la cottura per altri 15/20 minuti circa.

Ovviamente, più la torta è alta e più lunga sarà la cottura, ricordiamo di controllarla alcune volte e di abbassare, eventualmente, la temperatura.

Quando sforneremo la torta questa si presenterà piuttosto gonfia al centro (nessuna paura se la superficie sarà un poco crepata) ma raffreddandosi si abbasserà tanto da scendere sotto il bordo.

Prima di toglierla dalla tortiera lasciamola raffreddare completamente.

Adesso viene il bello : ci possiamo sbizzarrire a decorarla come preferiamo. Un abbinamento bellissimo da vedere è con la frutta fresca. Utilizziamo la frutta che più ci piace avendo però cura di separarla dalla superficie della torta con confettura o gelatina di albicocche per evitare che l’umidità ammorbidisca eccessivamente il dolce. Lucidiamo poi la frutta con altra gelatina.

Io adoro l’abbinamento con confettura di frutti di bosco (preferibilmente interi) o confettura con pezzi di fragola.

E perché non spalmarla di cioccolato e decorarla con pastiglie di cioccolato bianco, al latte e fondente?

Difficile scegliere … vero?

L’unica cosa è … provarle tutte!