Gradevole e insolito contorno per carni arrosto.

Il tipo di zucca che meglio si presta a questa preparazione sono la Mantovana , la Marina di Chioggia ,dalla scorza verde e rugosa oppure la Butternut, meglio conosciuta come violina , dalla forma allungata e di colore giallo pallido.

Ma torniamo a noi , per preparare questo contorno, indicativamente per 4 persone,  ci occorrono :

  • 800 gr di zucca
  • 2 spicchi d’aglio
  • 5 cucchiai di olio evo
  • 3 rametti di rosmarino
  • sale
  • noce moscata (facoltativa)

La parte più difficile di tutte le preparazioni a base di zucca è, a mio avviso, la preparazione della polpa quando va staccata dalla scorza.

Il mio timore è sempre quello di lasciarci una falange, quindi procedo con calma affrontando piccoli pezzi alla volta e, per ora, le falangi sono tutte al loro posto.

Quindi , separiamo la polpa dalla scorza e tagliamo la zucca a tocchetti.

Scaldiamo l’olio in una padella antiaderente , aggiungiamo l’aglio sbucciato e intero e lasciamolo imbiondire.

Appena ha preso colore eliminiamolo.

Uniamo ora i tocchetti di zucca e 2 rametti di rosmarino , lasciamo rosolare per bene , saliamo, profumiamo a piacere con un poco di noce moscata e portiamo a cottura a fuoco medio. Se necessario, aggiungiamo qualche cucchiaio di brodo vegetale o acqua calda.

Laciamo cuocere per circa 10 minuti , fino a quando la zucca sarà morbida ma ancora consistente.

Togliamo dal fuoco, eliminiamo i rametti di rosmarino “sfruttati” dalla cottura e serviamo il nostro contorno con ciuffetti di rosmarino freschi.

 

… per finire e per chi le brustoline le mangiava al cinema …..

Per preparare i piatti di a base di zucca che vi sto presentando in questi giorni ho usato … appunto …. delle zucche. Ricche di candidi semi che mi ricordavano tanto le domeniche pomeriggio al cinema di Luzzara a guardare i film per “ragazzi” e a sgranocchiare le brustoline. Allora i pop corn non erano ancora arrivati e, insieme alle caramelle gommose , all’entrata del cinema trovavamo proprio i semi di zucca.

Bè … lo sapete no? Quando mi viene in mente una cosa …. detto e fatto.

Ho lavato i semi di zucca, li ho asciugati e strofinati con cura con un canovaccio per togliere la leggera patina che li ricopre e li ho tostati in forno caldo ( i canonici 180 gradi ) alcuni minuti. Appena li ho visti prendere colore li ho sistemati in una ciotola , cosparsi di sale non troppo fine …. fatta velocemente la foto e poi me li sono sgranocchiata tutti.

E il pensiero è andato a tanti anni fa quando andare al cinema le  amiche era una piccola conquista all’indipendenza che scalpitavo di ottenere . Ho saputo anni dopo che quelle domeniche pomeriggio al cinema c’era anche mio nonno , seduto poche file più indietro , incaricato di non perdere di vista quella nipote un pò troppo … avanti !